Pronti per le vacanze? Conoscete i diritti che vi garantisce… l’Europa?

Ci avviciniamo ormai al più classico periodo per le vacanze estive, quindi abbiamo deciso di trattare anche con la nostra rubrica dedicata all’Unione europea un tema riguardate le tanto sospirate ferie: la sicurezza.

I diritti del cittadino Unione Europea

Sembra infatti assurdo, ma la maggior parte dei cittadini europei non ha idee delle tutele che gli competono, anche nel caso di viaggi in un altro continente. Ad esempio, ogni cittadino dell’Unione Europea, in quanto tale, ha diritto di essere protetto e che siano protetti i suoi interessi, anche se viaggia in un paese extra UE e in cui non si trova un’ambasciata del suo paese.

Ad esempio, un cittadino italiano che viene arrestato in un paese in cui non è presente una delegazione italiana ha il diritto di rivolgersi a qualsiasi altro consolato europeo per assistenza. Allo stesso modo può contare sull’aiuto consolare europeo (e cioè su una qualsiasi ambasciata europea presente) per aiuto in caso di gravi incidenti o, situazione ben più probabile, nel caso di smarrimento di documenti importanti.

Diritto all’assistenza medica

Allo stesso modo, i cittadini europei hanno diritto ad una sanità gratuita: in caso di malattia o infortunio, quindi, le spese mediche non devono essere sostenute dallo sfortunato viaggiatore, ma dal nostro apparato statale. Per assicurarsi questa forma di tutela è sufficiente avere sempre con sé la tessera europea di assicurazione e malattia (TEAM).

Essa è ben diversa dalla nostra Tessera Sanitaria, ma basta chiedere al Servizio Sanitario Regionale il suo rilascio per riceverla gratuitamente. Per avere poi tutti i numeri di emergenza dei vari paesi, l’Unione Europea ha anche ideato un’applicazione (trovi tutte le informazioni per scaricarla qui), che però non sostituisce la TEAM.

Diritto di… guidare

Ebbene sì, avete letto correttamente! Se andate in vacanza in un paese europeo, la vostra atente sarà valida, quindi potrete guidare. L’unica accortezza necessaria è che non sia prossima alla scadenza, perché fuori dal nostro paese non sono ammissibili patenti temporanee o certificati sostitutivi.
A parte questo, ricordatevi solo che diversi paesi hanno diversi limiti di velocità, controllateli prima di mettervi alla guida!

Buon viaggio!

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *