Analisi Forex: focus su EURUSD e GBPUSD in attesa della FED

Buongiorno agli operatori di mercato! Oggi esamineremo attentamente le dinamiche dei cambi Euro Dollaro (EURUSD) e Sterlina Dollaro Americano (GBPUSD), esplorando anche le prospettive macroeconomiche in un contesto privo di dati significativi, ad eccezione di alcuni dati sull’occupazione americana previsti per il tardo pomeriggio.

Tuttavia, il nostro vero punto di interesse si sposterà sulla conferenza stampa di domani tenuta da Powell, il Presidente della Federal Reserve (FED), la Banca Centrale Americana.

Sebbene non ci aspettiamo variazioni nei tassi di interesse, le dichiarazioni di Powell orienteranno le nostre prospettive sulla politica monetaria nei prossimi mesi.

Analisi Forex: sterlina dollaro americano (GBP/USD)

Partendo dall’analisi grafica, concentriamoci sulla Sterlina/Dollaro Americano (GBP/USD). Nella sessione precedente, abbiamo assistito a un ribasso che ha portato il prezzo verso l’area di 1.22660, seguito da un rimbalzo.

Il cambio sembra attualmente confinato all’interno di un rettangolo nella Trading Zone. Pertanto, preferisco astenermi dal fare trading fintanto che il prezzo rimane all’interno di questo range. Il recente superamento del livello di 1.27095 seguito da un ritracciamento è un segnale di incertezza.

Restiamo in attesa delle prossime ore per valutare l’evoluzione.

Analisi Forex: euro dollaro americano (EUR/USD)

Passando all’Euro/Dollaro Americano (EUR/USD), notiamo che la giornata precedente è stata caratterizzata da tentativi di rottura al ribasso del livello di 1.08385.

L’andamento di oggi, particolarmente la barra aperta alle 21:00 di ieri, sarà cruciale per determinare se questo cambio rimarrà al di sotto di tale soglia. Una conferma potrebbe spingere il prezzo verso l’area di 1.0788-1.0780. In caso contrario, una chiusura al di sopra di 1.081226 potrebbe portarci nuovamente verso 1.0880, successivamente 1.0900 e infine 1.0925.

In conclusione, mentre attendiamo gli sviluppi nei prossimi giorni, è fondamentale monitorare da vicino le dichiarazioni di Powell e reagire prontamente alle eventuali variazioni di scenario. Restate connessi per ulteriori aggiornamenti sulla dinamica dei mercati valutari.

Alla prossima analisi forex.

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *