Mercato Azionario: peggiore perdita?

Secondo una definizione popolare, l’S&P 500 è entrato in un mercato rialzista l’8 giugno 2023. Ciò significa che l’indice è salito del 20% dal suo minimo più recente, che ha toccato il 12 ottobre dello scorso anno.

Quel giorno segna anche la fine del precedente mercato ribassista, iniziato il 3 gennaio 2022 e durato nove mesi, durante i quali l’indice è sceso del 25,4%.

Quanto è sceso il mercato azionario?

Come osserva Felix Richter di Statista, questo è relativamente innocuo rispetto ad altri recenti mercati ribassisti, come mostra il grafico sottostante, che sono spesso accompagnati da cali del 30% o più e sono durati in media 13 mesi dal 1973.

Forse più importante per l’investitore medio è la questione di quanto tempo impiega di solito il mercato azionario a riprendersi da un mercato ribassista, ovvero quanto tempo impiega per tornare al suo massimo precedente.

In tal caso, è necessaria un po’ più di pazienza, perché alla chiusura del mercato il 15 giugno, l’S&P 500 era ancora del 7,7% in meno rispetto al picco di gennaio 2022. Questo spiega perché alcuni commentatori si rifiutano ancora di definirlo un mercato rialzista.

Inoltre, un mercato rialzista richiede un’ampia tendenza al rialzo secondo alcune definizioni e l’ultimo rally è stato alimentato quasi interamente da alcuni pesi massimi (tecnologici).

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *