Rottura trend e falso break-out sul Nasdaq, cosa fare?

Continuiamo l’analisi di uno dei principali indici mondiali, ovvero il Nasdaq. Ovviamente tratterò questo e gli altri indici prettamente da un punto di vista grafico, perciò senza perdere altro tempo, comincio l’analisi.

Ecco i time frame che tratteremo:

Nasdaq

Analizzerò l’indice sui tre time frame di riferimento: mensile, settimanale e giornaliero

Mensile

Su questo time frame puoi notare come il prezzo abbia cercato di rompere al rialzo la resistenza (di breve termine) posta in area 4.500 punti ma invano, anzi ha completamente ritracciato per riavvicinarsi nuovamente alla trend line ascendente iniziata nel febbraio di questo stesso anno.

Prima di vedere cosa mi dicono gli indicatori, andiamo a scoprire quali sono i maggiori supporti/resistenze:

  • 4.740 (Resistenza e massimo assoluto)
  • 3.985 (Resistenza/Supporto)
  • 2.240 (Resistenza/Supporto)
  • 1.700 (Resistenza/Supporto)
  • 1.078 (Supporto)
  • 165 (Supporto e minimo assoluto)

Da un punto di vista degli indicatori, possiamo notare come il MACD sia al di sopra dello 0 ma non con il suo istogramma, l’RSI oscilla nella sua zona centrale mentre le medie mobili esponenziali sono tutte ancora orientate al rialzo.

Settimanale

Da un punto di vista grafico la situazione non cambia molto rispetto al time frame mensile sul nasdaq, quindi non ci dilungheremo più di tanto.

Giornaliero

Su questo time frame invece, puoi notare come il prezzo abbia rotto la trend line rialzista e abbia fatto il classico movimento di falso break-out sulla resistenza posta a 4.500 punti. Adesso sarà interessante vedere come si comporterà il nasdaq, ovvero si riavvicinerà alla resistenza oppure continuerà la sua discesa?

Da un punto di vista degli indicatori, possiamo notare come il MACD sia al di sopra dello 0 ma non con il suo istogramma, l’RSI si sta avvicinando nuovamente alla zona di ipervenduto mentre le medie mobili esponenziali sono tutte ancora orientate al rialzo.

CONSIGLIO OPERATIVO: aspettiamo un ritracciamento sulla resistenza per poi ricercare un ingresso ribassista.

nasdaq

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *